Nel giugno del lontano 1970 varcavo, giovane e neo ingegnere, i cancelli dello zuccherificio di Cecina, che già allora ne aveva passate tante, molte delle quali negative. Nell'estate del 1987, per le mutate condizioni della nostra industria, fu effettuata l'ultima campagna saccarifera. Quanti ricordi, che entusiasmi, che esperienze. Si riuscì con mezzi invero modesti, ma con l'appassionato contributo di tutti i collaboratori, a realizzare una lunga stagione di lavoro e di speranze. Se devo ricordare una cosa, questa è senz'altro l'attaccamento degli addetti alla loro fabbrica ed all'industria saccarifera, che sembrava appartenere loro, che solo a Cecina, e con i Cecinesi, potesse proseguire in un futuro senza tempo. Allora non ne ero del tutto convinto, ma poi ho constatato che l'ineguagliabile scuola di vita in Stabilimento mi aveva formato anche per qualsiasi altro incarico e i bei progressi lavorativi di tanti collaboratori mi avevano convinto della bontà dell'impresa. Guardate qualche personaggio nelle foto di Roberto e ci leggerete un'antica, serena e intima adesione all'ideale di lavoro e compartecipazione. La mia storia a Cecina si mescola con quella dello Zuccherificio, ma anche con quella dei miei rapporti con Roberto. Io, Baba, Lui, Son siamo stati per due decenni complici di tante avventure, umane e fotografiche: non mi meraviglierete, come non sono meravigliato io di come Roberto si sia rivelato bravo a rendere le condizioni e lo stato dello stabilimento e dei suoi macchinari e quello degli uomini che lo hanno vivificato. Complessivamente un gran bel lavoro. Un abbraccio Federico...

Ing. Federico Gulminelli